Il Leone d’Oro International è diverso?

Il Leone d’Oro International ha caratteristiche uniche perché non ci interessava essere solo un dispensatore di premi per olio extra vergine d’oliva.

Vogliamo lavorare per far crescere la qualità degli oli, condividere le buone pratiche, comunicare le autentiche eccellenze dell’olio EVO.

Così facendo, sosteniamo la biodiversità e gli olivicoltori, i veri protagonisti di questa missione.

Alcuni dettagli, quelli giusti:

  • Un premio indipendente senza sponsor né finanziamenti: un premio fatto da e con gli olivicoltori con proclamazione dei Leone d’Oro per l’ Emisfero Nord a maggio e l’Emisfero Sud a novembre per allinearsi con le differenti stagioni olivicole
  • Un Panel professionale, composto da 13 professionisti coordinati dalla capo panel Maria Paola Gabusi e riconosciuto dal Mipaaf (Ministero italiano delle politiche agricole, alimentari e forestali)
  • Degustazioni di olio una volta a settimana per tutto l’anno, non più di 12 analisi sensoriali a seduta, ogni assaggio è analizzato e discusso con attenzione e i campioni vengono in seguito riassaggiati per valutare anche la shelf life
  • Analisi sensoriale con scheda di valutazione COI (Consiglio Olivicolo Internazionale) che misura l’intensità della percezione dei descrittori olfattivi e gustativi unita a Scheda di valutazione del Leone d’Oro focalizzata sulla qualità degli attributi percepiti (come armonia, complessità, persistenza e note varietali )
  • Ammissione al concorso, alla Selezione Leone e alle attività di marketing correlate con un punteggio minimo di 85/100. Solo 8 nomination per categoria accedono alla fase finale del concorso (punteggio minimo di 91/100). Solo due vincitori per categoria

Siamo rigorosi.

Le premiazioni del Leone d’Oro

I due giorni delle premiazioni Leone d’Oro International sono l’occasione per celebrare i produttori d’olio, fare il punto della situazione e raccontare l’olio EVO di alta qualità ad un pubblico eterogeneo

In un uliveto secolare, sul Lago di Garda, sessioni di assaggio di olio gratuite con Maria Paola si alternano a momenti più informali di incontro e di networking.

Anche il pranzo è un momento di scoperta: ogni ospite è invitato a portare un assaggio della propria cucina regionale e così facendo il Leone d’Oro trasforma il sapere in sapore.

Il Leone d’Oro è sempre in evoluzione.
Siamo alla continua ricerca di modi nuovi per comunicare e raccontare l’olio evo di alta qualità.


Da questa tensione nascono idee e collaborazioni mai scontate, come i 3 premi speciali che riflettono la nostra società e le interpretazioni artistiche di @Bernulia per comunicare l’olio con la bellezza:

  • Il Leone d’Oro Social, perché oltre a fare bisogna comunicare. Il premio è assegnato da una giuria di digital creator che accettano di immergersi per una giornata nel mondo dell’olio EVO e dopo una breve masterclass della capo panel Maria Paola, valutano e scelgono il loro Leone d’Oro
  • Il Leone Best Packaging, perché si compra soprattutto con gli occhi. Una giuria di illustratori, designer e fotografi valuteranno le confezioni dell’olio EVO e decideranno il packaging più innovativo, curioso ed al contempo adeguato a custodire un prodotto d’eccellenza.
  • Il leone d’Oro Kids, perché educare è parte fondamentale del progetto.
    Una classe di bambini di 4° elementare viene scelta ogni anno per seguire una breve lezione di cultura dell’olio, imparare a degustare come i professionisti per poi votare il loro olio preferito.

Pensato per appassionati e professionisti, la premiazione del Leone d’Oro International è l’opportunità per incontrarsi, creare sinergie e ragionare di cura e attenzione all’ambiente.

Il Panel e gli assaggi

Siamo convinti che il senso di un Concorso sia indissolubilmente legato alle capacità del panel di assaggio di valutare e confrontare tra loro tutti i campioni.

Da 3 anni, 13 professionisti provenienti da ambiti diversi si trovano una volta a settimana per formarsi e affinare le loro competenze di assaggiatori di olio extra vergine di oliva.
La capo panel, Maria Paola Gabusi, si occupa di guidare gli assaggi e allineare le sensibilità olfattive e gustative del gruppo.

Perché di questo si tratta: assaggiare, valutare e definire le caratteristiche organolettiche dell’olio che gli olivicoltori del mondo (Italia, certo, ma anche Spagna, Portogallo, Grecia, Brasile, Marocco e da poco Cina per citarne solo alcuni) affidano alla valutazione del panel.

La scheda di valutazione sensoriale che viene stilata e inviata ai produttori dei campioni ammessi alla Selezione Leone e al Concorso è uno strumento indispensabile per crescere e raggiungere l’eccellenza.

Perché mandare un olio al Leone d’Oro International?

Certo, vincere è bello e piace a tutti.
Ma il Premio Leone d’Oro International ha deciso di prendere la strada più difficile.


Quando partecipate con uno o più dei vostri oli, sappiamo che ci state mandando il frutto di anni di impegno e di dedizione, ecco perché noi lavoriamo per darvi:

  • la più esclusiva vetrina per i migliori oli extra vergine del mondo
  • un’analisi sensoriale attenta e scrupolosa
  • attività di consulenza mirata
  • marketing con opportunità di visibilità e di vendita grazie ai partner del Premio Leone d’Oro International (tra cui Alnatura Germania, Olioveto USA, Wilfried Lehr gmbh, …).

Poi, vorremmo anche dirvi che siamo impegnati ogni giorno a raccontare la biodiversità, a farla sopravvivere e a proteggerla.


Ma questo lo fate di certo meglio voi, ogni giorno, ed è per quello che ci impegniamo a far conoscere i vostri oli e a promuovere il giusto prezzo per la loro qualità.